Meno è più: due schizzi di rancore su «Pinkus Abortion Technician» dei Melvins

Melvins_Pinkus Abortion Technician_coverNegli anni intercorsi tra “The Bride Screamed Murder” (2010) e questo coso, i Melvins, in formazioni variamente assortite, hanno pubblicato nove dischi, tra cui un doppio (e mi riferisco a quelli in studio; se ci mettiamo anche il resto – EP, singoli, split, live album e minchiate varie – siamo a sessantadue uscite, correggetemi se ho sbagliato i conti), tutti pericolosamente in bilico tra il carino e il vaffanculo. Questo qua, per dire, un incontro potenzialmente cazzutissimo (e finalmente “pieno”) con Jeff Pinkus dei Butthole Surfers, pende troppo sul secondo. Avessero selezionato, editato e condensato il meglio di questa folle grandinata in – diciamo – tre-massimo-quattro dischi e una manciata di EP, avremmo avuto di che godere. E invece solo risa e bestemmie e poco più. Fine.

Da salvare: Stop Moving To Florida, Prenut Butter e Graveyard (che è dei Butthole Surfers, la trovate su “Locust Abortion Technician” ed è decisamente meglio quella, per dire)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.