Repost: Tre Tigri contro Amelie Tritesse split 7″ [autoprodotto, 2013]

Tre Tigri contro Amelie Tritesse_cover

Questo split 45 giri, autoprodotto ed uscito in occasione dello scorso Record Store Day, è il frutto dell’incontro tra due band davvero originali del panorama alternative rock nostrano. Due band venute fuori dal buco del culo della provincia italiana (Teramo, nella fattispecie) per gridare al mondo l’importanza delle periferie nella storia del rock. O anche per molto meno, ma il risultato è quello. E per raccontare (e sputtanare) il (soprav)vivere in provincia.

Gli Amelie Tritesse, innanzitutto, che avevamo già ascoltato in occasione dell’uscita del loro “Cazzo ne sapete voi del rock’n’roll”, autori di un read’n’rocking originale che si muove tra folk e rock’n’roll, tra Gun Club e Massimo Volume, con un pizzico di elettronica. L’agnello di dio è un altro riuscitissimo poema di strada (tema, la Pasqua) sarcastico, pungente e divertente. Rispetto all’album d’esordio, la musica si è fatta più grezza ed elettrica (e meno elettronica), meno autunnale e più anfetaminica, restituendoci un bell’esempio di roots rock’n’roll come solo (e ritonfa!) i Gun Club …o i Not Moving per dire.

I Tre Tigri Contro sono, per il sottoscritto, una novità bella e buona. Una banda di quattro elementi (chitarra, basso, batteria e sax) che ci propone una sorta di cantautorato rock dal sapore farsesco, affogato in una salsa acidula di beat & (indie)rock diretto ed essenziale. Ivan Graziani e Rino Gaetano ci sento io, io che non sono un cazzo. A prescindere da ciò, il loro inno anti-lavoro Il lunedì al sole (io non voglio lavorare più) suona oltremodo convincente sotto tutti i punti di vista e dunque fa ben sperare. Da tenere sotto costante osservazione.

Nota: Il disco è stato stampato in edizione limitata a 300 copie: 200 copie in vinile nero in busta di cartone pressato, 100 copie vinile colorato (rosso, giallo, verde) in scatole di cartone ondulato; tutte le copertine sono dipinte a mano.

Che ne dite di farci un pensierino?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.