Repost: Nero and the Doggs – Death Blues [Rocketman/White Zoo, 2013]

nero-and-the-doggs_death-blues_cover

La prima notizia - buonissima! - è che c'è in giro un nuovo album dei Doggs. L'altra notizia è che i Doggs come li conoscevamo, i Doggs punto, sono morti e poi risorti con un altro nome: Nero and The Doggs, quasi a voler ricalcare le orme della storica transizione stoogesiana. Archiviati i ruggiti rabbiosi … Leggi tutto Repost: Nero and the Doggs – Death Blues [Rocketman/White Zoo, 2013]

Repost: The Doggs – Red Sessions [autoprodotto, 2012]

the-doggs-red-sessions_cover

Ci eravamo lasciati con un treno deragliato sull'asse Milano - Detroit - New York, si chiamava The Doggs e trasportava un breve e fiammante EP, "Black Love", che ha donato lustro e sporcizia a questo povero e vizioso blog rock'n'roll. Quel treno si è rimesso in viaggio a velocità sostenuta (sarebbe più giusto dire «indecente»), … Leggi tutto Repost: The Doggs – Red Sessions [autoprodotto, 2012]

Amelie Tritesse – Sangue di provincia [A Morte Dischi, 2018]

cover_sangue-di-provincia_amelietritesse_byrinorossi

Tra «provincia» e «provinciale» c'è un abisso che pochi riescono a cogliere o anche soltanto a immaginare. Provinciale è non solo la fanatica esaltazione del proprio orticello, un campanilismo esagerato e ridicolo, ma anche il suo contrario, e cioè l'idea che la provincia incarni il male supremo e che là fuori ci sia il paradiso … Leggi tutto Amelie Tritesse – Sangue di provincia [A Morte Dischi, 2018]

Repost: Amelie Tritesse – Cazzo ne sapete voi del rock’n’roll [Interno4 / NdA Press, 2011]

cazzo-ne-sapete-voi-del-rocknroll_cover

Un libro e un cd: che chiedere di più? Se non siete tra quello stuolo di cretini che è già pronto a rispondere «qualcuno che mi faccia un caffè», potete anche continuare a leggere e magari avvicinarvi a questo bel prodotto in qualche polveroso negozio di provincia (o su discogs, fate vobis). Amelie Tritesse è … Leggi tutto Repost: Amelie Tritesse – Cazzo ne sapete voi del rock’n’roll [Interno4 / NdA Press, 2011]

Repost: Goat – World Music [Rocket, 2012]

world-music-cover

I Goat vengono dall'estremo nord della Svezia e sono talmente folli che hanno voluto intitolare il loro disco d'esordio "World Music". Ed è una follia che va ben oltre la scelta del titolo, estendendosi alla musica, a quel coacervo di suoni e influenze che hanno preteso di fondere insieme, riuscendo nell'intento in maniera unica, inconfondibile … Leggi tutto Repost: Goat – World Music [Rocket, 2012]

Sterbus – Real Estate/Fake Inverno [autoprodotto / Zillion Watt, 2018]

sterbus_real-estate_fake-inverno_cover

Non sempre e non tutto può essere lasciato al caso e al libero fluire delle cose. A volte, ci vuole disciplina (?). Allora ho fatto così: ho preso la cartella piena zeppa di mp3, l'ho messa sulla pennetta piena zeppa di mp3 e l'ho ficcata nello stereo della macchina. Ma non era abbastanza. «Un viaggio, … Leggi tutto Sterbus – Real Estate/Fake Inverno [autoprodotto / Zillion Watt, 2018]

Institute – Subordination [Sacred Bones, 2017]

Institute_Subordination_cover

Il secondo album dei texani Institute va messo nel cassetto delle cose più fastidiose (in senso buono, se mi capite) e arroganti ascoltate nel 2017, insieme ai dischi di Uniform e Dead Cross. Le coordinate cadono ancora una volta dalle parti di un anarcho-punk alla Crass, la cui vena barricadera è appena mitigata, ma inspessita … Leggi tutto Institute – Subordination [Sacred Bones, 2017]

Oneida – Romance [Joyful Noise, 2018]

Oneida_Romance_cover

Era iniziata mesi fa, come una recensione seria e approfondita con tanto di retrospettiva sulla discografia degli Oneida, ed è finita immancabilmente a tarallucci e vino. Vorrei però insistere sulla serietà della cosa almeno per qualche riga e iniziare enumerando due fatti veri, inconfutabili: 1) sono anni che non ascolto un disco degli Oneida come … Leggi tutto Oneida – Romance [Joyful Noise, 2018]