Institute – Subordination [Sacred Bones, 2017]

Institute_Subordination_cover

Il secondo album dei texani Institute va messo nel cassetto delle cose più fastidiose (in senso buono, se mi capite) e arroganti ascoltate nel 2017, insieme ai dischi di Uniform e Dead Cross. Le coordinate cadono ancora una volta dalle parti di un anarcho-punk alla Crass, la cui vena barricadera è appena mitigata, ma inspessita … Leggi tutto Institute – Subordination [Sacred Bones, 2017]

Oneida – Romance [Joyful Noise, 2018]

Oneida_Romance_cover

Era iniziata mesi fa, come una recensione seria e approfondita con tanto di retrospettiva sulla discografia degli Oneida, ed è finita immancabilmente a tarallucci e vino. Vorrei però insistere sulla serietà della cosa almeno per qualche riga e iniziare enumerando due fatti veri, inconfutabili: 1) sono anni che non ascolto un disco degli Oneida come … Leggi tutto Oneida – Romance [Joyful Noise, 2018]

Ritrovamenti: Constant Mongrel – Living in Excellence [Anti Fade, 2018]

constant mongrel_living in excellence_cover

(Garage)Punkettone fatto davvero bene, aggressivo, sporco e niente affatto allegro. C'è una certa scimmia new wave, piuttosto impertinente, che occupa spazi e mette in disordine tutto, donando sapori e personalità. Loro sono i Constant Mongrel, sono in tre e vengono da Melbourne. Questo è il loro terzo disco, è uscito una manciata di giorni fa … Leggi tutto Ritrovamenti: Constant Mongrel – Living in Excellence [Anti Fade, 2018]

La cosa più bella mai registrata dai Blue Cheer: le demo sessions del 1967

blue cheer

Do per scontato che sappiate, per lo meno a grandi linee, chi siano i Blue Cheer. Do quindi pure per scontato che sappiate della loro importanza ormai universalmente riconosciuta, del fatto che senza il contributo determinante e germinale di questa band californiana, il metal, la psichedelia e la musica heavy tutta non sarebbe quella che … Leggi tutto La cosa più bella mai registrata dai Blue Cheer: le demo sessions del 1967

The Peawees – Leave it Behind [Wild Honey, 2011]

THE PEAWEES_Leave it Behind_cover

[questa recensione è stata scritta nel 2011, quando il disco uscì, e pubblicata sulla prima versione di Loud Notes. In occasione dell'uscita del nuovo album dei Peawees (notizia) ho deciso di editarla e di ripubblicarla qui - eliminandola da là] I Peawees! La rock'n'roll band italiana per eccellenza e - inutile nasconderlo - una delle … Leggi tutto The Peawees – Leave it Behind [Wild Honey, 2011]

Ritrovamenti: Northwoods – Wasteland [Shove/Brigante/Mother Ship, 2018]

Northwoods_Wasteland_cover

Un po' di (post? math? noise? sicuramente metal)hardcore fatto davvero bene. Bella la voce (le urla, ok, che cazzo volete?), belli i riff, gli stop & go, le ripartenze con il gas a mille, i ritmi, i momenti di sospensione e (soprattutto) quelli che fanno tremare i muri. Un disco schiacciasassi. Loro sono i Northwoods, … Leggi tutto Ritrovamenti: Northwoods – Wasteland [Shove/Brigante/Mother Ship, 2018]