Repost: Tre Tigri contro Amelie Tritesse split 7″ [autoprodotto, 2013]

tre-tigri-contro-amelie-tritesse_cover

Questo split 45 giri, autoprodotto ed uscito in occasione dello scorso Record Store Day, è il frutto dell'incontro tra due band davvero originali del panorama alternative rock nostrano. Due band venute fuori dal buco del culo della provincia italiana (Teramo, nella fattispecie) per gridare al mondo l'importanza delle periferie nella storia del rock. O anche … Leggi tutto Repost: Tre Tigri contro Amelie Tritesse split 7″ [autoprodotto, 2013]

Repost: Amelie Tritesse – Cazzo ne sapete voi del rock’n’roll [Interno4 / NdA Press, 2011]

cazzo-ne-sapete-voi-del-rocknroll_cover

Un libro e un cd: che chiedere di più? Se non siete tra quello stuolo di cretini che è già pronto a rispondere «qualcuno che mi faccia un caffè», potete anche continuare a leggere e magari avvicinarvi a questo bel prodotto in qualche polveroso negozio di provincia (o su discogs, fate vobis). Amelie Tritesse è … Leggi tutto Repost: Amelie Tritesse – Cazzo ne sapete voi del rock’n’roll [Interno4 / NdA Press, 2011]

Repost: Goat – World Music [Rocket, 2012]

world-music-cover

I Goat vengono dall'estremo nord della Svezia e sono talmente folli che hanno voluto intitolare il loro disco d'esordio "World Music". Ed è una follia che va ben oltre la scelta del titolo, estendendosi alla musica, a quel coacervo di suoni e influenze che hanno preteso di fondere insieme, riuscendo nell'intento in maniera unica, inconfondibile … Leggi tutto Repost: Goat – World Music [Rocket, 2012]

Sterbus – Real Estate/Fake Inverno [autoprodotto / Zillion Watt, 2018]

sterbus_real-estate_fake-inverno_cover

Non sempre e non tutto può essere lasciato al caso e al libero fluire delle cose. A volte, ci vuole disciplina (?). Allora ho fatto così: ho preso la cartella piena zeppa di mp3, l'ho messa sulla pennetta piena zeppa di mp3 e l'ho ficcata nello stereo della macchina. Ma non era abbastanza. «Un viaggio, … Leggi tutto Sterbus – Real Estate/Fake Inverno [autoprodotto / Zillion Watt, 2018]

Shogun and the Sheets – Hold on Kid/Pissing Blood 7″ [What’s Your Rupture?, 2018]

Shogun and the Sheets_Hold on Kid_cover

La brutta notizia è che i Royal Headache sono andati, fine della corsa, stop. Due dischi e via, giusto il tempo di farci accarezzare le alte vette. La buona notizia è che il loro cantante, tale Shogun, non se l'è sentita di star fermo a girarsi i pollici e ha messo su questo gruppo, gli … Leggi tutto Shogun and the Sheets – Hold on Kid/Pissing Blood 7″ [What’s Your Rupture?, 2018]

Institute – Subordination [Sacred Bones, 2017]

Institute_Subordination_cover

Il secondo album dei texani Institute va messo nel cassetto delle cose più fastidiose (in senso buono, se mi capite) e arroganti ascoltate nel 2017, insieme ai dischi di Uniform e Dead Cross. Le coordinate cadono ancora una volta dalle parti di un anarcho-punk alla Crass, la cui vena barricadera è appena mitigata, ma inspessita … Leggi tutto Institute – Subordination [Sacred Bones, 2017]

Un libro e un disco: «Santuario» di William Faulkner e «John Lee Hooker’s World Today» di Hugo Race & Michelangelo Russo

William_Faulkner__Santuario__cover

La chiamerò rubrica, ma voi non crediate che mi metta a seguire una qualche temporalità predefinita, che possa venirne fuori con questa cosa ogni tot. No. Lo farò solo quando i neuroni si sentiranno di fare questi dannati e strampalati collegamenti. E questa volta, la prima qui sul blog (ne ho fatti altri nella vita, … Leggi tutto Un libro e un disco: «Santuario» di William Faulkner e «John Lee Hooker’s World Today» di Hugo Race & Michelangelo Russo